tipitondi

Tipitondi di Tunué – Recensione

Tipitondi è una collana speciale di Tunué adatta ai giovani lettori, ma in grado di emozionare anche gli adulti con storie meravigliose di autori nazionali ed internazionali.

Da sempre appassionata di fumetti e graphic novel, non potevo non restare affascinata dalle proposte della casa editrice Tunué. Così,  quando hanno accettato la mia richiesta di collaborazione, ho dovuto per forza scegliere qualcosa della collana Tipitondi.

In particolare, in questa recensione vi parlerò di tre graphic novel: La spaventosa paura di Epiphanie Frayeur, Sulla collinaIl sentiero smarrito.

tipitondi

La spaventosa paura di Epiphanie Frayeur

Séverine Gauthier e Clément Lefèvre

  Editore: Tunué ● Collana: Tipitondi ● Prezzo: 17,00 €

Valutazione: ★★★★★

Acquistalo su Amazon.

TRAMA
Le paure di Epiphanie crescono più veloci di lei. La ragazzina ha paura di tutto, sempre. La sua paura è un’enorme massa nera multiforme che la segue ovunque, attaccata ai suoi piedi come fosse la sua ombra. Al compimento dei suoi nove anni la bambina desidera domare la sua paura e non subirla più, e in questo viaggio di ricerca farà degli incontri speciali: uno psichiatra, un parrucchiere, un cavaliere senza macchia, un domatore di belve, una veggente.

Recensione

La cosa che mi ha colpito di più di questo graphic novel è stata la bellezza dei disegni, così particolari pur nella loro semplicità. I colori si fondono in un modo magico, alternandosi da caldi a freddi e creando uno stile assolutamente riconoscibile.

tipitondi

La storia narrata è incredibilmente dolce e profonda, il che non stupisce assolutamente visto che l’opera è arrivata finalista al Premio Andersen 2018 nella categoria “Libro a fumetti”. Il mondo di Epiphanie mi ha ricordato quello di Wonderland. Anche Epiphanie, come Alice, è una ragazzina curiosa piena di domande e quando si imbatte nei personaggi strani che popolano questo coloratissimo universo capisce che tutte le risposte di cui aveva bisogno erano già dentro di sé.

Ho adorato ogni personaggio incontrato dalla protagonista, ma il mio preferito è stato senza ombra di dubbio quello della paura. Ho trovato le tavole dedicate alla paura di Epiphanie davvero particolari, dolci e con dei colori splendidi. È stato bello vedere come la paura cambiasse forma e dimensione, durante la narrazione, rispecchiando quelle che erano le sensazioni della bambina, fino al finale così tenero e semplice ma, al tempo stesso, di grande impatto.

 

tipitondi

Sulla collina

Ilaria Ferramosca e Mauro Gulma

Editore: Tunué ● Collana: Tipitondi Prezzo: 14,90 €

Valutazione: ★★★★☆

Acquistalo su Amazon.

TRAMA
Quattro giovani amici appassionati di storie horror si ritrovano a passare la notte in una grotta sulla collina, in campagna. Il loro scopo è affrontare una prova di coraggio. attendere le due per poi scendere in paese e intrufolarsi in casa della “monaca pazza”, finita sotto i riflettori della cronaca quindici anni prima per un raccapricciante fatto di sangue di cui è stato vittima un bambino. Contemporaneamente, un uomo sulla trentina si aggira per gli stessi luoghi e sembra cercare di incontrare i ragazzi.

Recensione

Leggendo la sinossi, questo graphic novel prometteva di possedere richiami a Stephen King e, devo ammettere, che le mie aspettative non sono state per nulla deluse.

Gli stessi autori giocano molto con questa somiglianza e ho trovato le battute  a riguardo davvero divertenti. La storia dunque, oltre ad essere un mistery dalle atmosfere cupe e dai toni a volte ironici, può anche assomigliare ad un vero e proprio romanzo di formazione. I protagonisti assoluti sono infatti un gruppo di ragazzi in piena adolescenza, alle prese con i dolori e le delusioni dell’imminente età adulta.

tipitondiHo trovato interessante il fatto che la storia fosse ambientata in Italia, in particolare al sud in un paesino della Puglia. Mi è sembrato di rivedere la mia adolescenza e per questo mi sono sentita molto più vicina alle storie di questi quattro amici, così diversi tra loro ma eppure così uniti. I misteri legati a quel piccolo paesino, le storie tramandate oralmente dai loro genitori, le passeggiate tra i boschi, le bugie dette per sentirsi grandi, tutto in questa storia rimanda a quell’età della nostra vita fatta di spensieratezza e serenità.

Ma etichettare questo romanzo grafico come una semplice “storia di formazione” è troppo poco. In “Sulla collina” c’è molto di più, soprattutto nella sua parte finale, dove i temi del ricordo, della nostalgia e del lutto portano il lettore a riflettere e ad emozionarsi.

tipitondi

Il sentiero smarrito

Amélie Fléchais

Editore: Tunué ● Collana: Tipitondi Prezzo: 16,90 €

Valutazione: ★★★★☆

Acquistalo su Amazon.

TRAMA
Il campo invernale ha organizzato una grande caccia al tesoro e i nostri ragazzini sono sicuri di vincere. Così mister so-tutto-io, il suo fratellino che si immagina di essere un robot e il loro amico figlio di un cacciatore si addentrano nella foresta muniti di cartina e prendono una scorciatoia convinti di arrivare primi, per scoprire in breve che… si sono persi! Per i tre è l’inizio di un viaggio magico in un luogo abitato da creature fantastiche: cervi giganti, volpi in bicicletta, orchi con i rami e fate dalle intenzioni ambigue. 

Recensione

Le illustrazioni di questo graphic novel sono delle vere e proprie opere d’arte e mi è dispiaciuto non poter godere della loro bellezza a pieno e di poterle osservare solo tramite pdf.

tipitondiL’alternanza di tavole coloratissime ad altre in bianco e nero non ha fatto che rendere ancora più particolare la storia, sottolineando la dicotomia tra il mondo magico del bosco e quello reale dei tre ragazzini sperduti.

Interessante la storia con cui si apre il romanzo che serve da antefatto per ciò che accade nella foresta, in cui si fondono atmosfere e personaggi tipici dei generi classici (anche qui ritroviamo molto del mondo magico di Alice o di Harry Potter), ma anche dei prodotti orientali (come Il mio vicino Totoro).

La storia dei tre ragazzi è di per sé molto semplice e la caratterizzazione dei personaggi non va a fondo, come per le altre due opere, ma l’esperienza visiva è così particolare da riuscire a superare questo piccolo difetto e lasciare il lettore assolutamente rapito da questo strano mondo.

Questi erano i tre titoli della collana Tipitondi che Tunué mi ha inviato e che ho deciso di recensire. Ringrazio ancora la casa editrice per la disponibilità e spero di poter portare qui sul blog qualche altro titolo in futuro, magari in versione cartacea così da darvi – ed avere io stessa – un’opinione molto più approfondita e veritiera.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Sword Art Online – Recensione [No-Spoiler]

NOTA BENE:

Sono affiliata ad Amazon dunque, cliccando sui miei link ed acquistando qualsiasi prodotto, percepirò una commissione in buoni spendibili che utilizzerò per comprare materiale per alimentare il blog. Se vuoi sostenermi compra da Amazon attraverso il link sovrastante o questo generico: http://amzn.to/2nSarrs

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.